© Copyright 2020 Rotary Club Mondovì - Tutti i diritti riservati

Storia del Club

Una Storia iniziata il 22 giugno 1961

All'inizio del 1960 l'ing. Franco Patanè direttore della P.C. Elettricità di Mondovì, su invito del Rotary Club di Cuneo, prende contatto con i Sig. Battaglia, Levi e Maraschi per la costituzione in Mondovì di un Club del Rotary International.

A seguito di questi contatti, esponenti di attività industriali e professionali della Città sono invitati a partecipare a riunioni al Rotary di Cuneo, e quindi a riunirsi in Mondovì per la costituzione provvisoria di un Club.

Il 26 giugno 1961 il Sottosegretario della Segreteria di Zurigo scrive al Presidente designato Dott. Giovanni Bosio che il Consiglio del Rotary International in data 22 giugno 1961 ha riconosciuto ufficialmente il Rotary Club di Mondovì, che entra a far parte del 184° Distretto quale 53° Club.

Il primo Consiglio Direttivo per l'anno 61 - 62 è così composto:

Presidente Bosio Dott. Giovanni
Vice Presidente: Maraschi Dott. Luigi
Segretario: Giacone Avv. Francesco
Consiglieri: Angeleri Prof. Claudio - Barberis Prof. Ugo
Tesoriere: Levi Dott. Marco

La consegna ufficiale della Carta Costitutiva del Club e della campana offerta dal Club di Cuneo avvenne il 22 ottobre 1961, a Lurisia Terme, alla presenza delle massime autorità della Provincia e della Città, oltre a numerose rappresentanze dei Rotary del Piemonte e della Liguria.

Inizia così l'attività ufficiale del Club a cui fu chiamato a svolgere la funzione di Addetto alla Segreteria il Cav. Giovanni Griseri.

Nell'anno seguente furono ammessi 13 nuovi soci, e così di seguito fino a raggiungere il numero di 77 associati al 2009.

Nell'anno 1965 la Città di Mondovì ha assegnato al nostro Club il premio più ambito: Torre d'Oro per la Cultura.

Nell'anno 1967/68 il Club è stato insignito del premio Paul Harris con la seguente motivazione: "La commissione è d'avviso che nell'attribuire le Distinzioni Paul Harris si debba in primo luogo tener presente il rapporto tra l'importanza del Club e l'attività meritevole di distinzione, nonché l'impegno personale dei Soci. E pertanto ritiene che quanto ha fatto il Club di Mondovì rappresenti uno sforzo notevole per un Club di 40 soci che ha iniziato la propria attività nel 1961".

L'iniziativa che ha meritato la distinzione è stata la catalogazione susseguente ad una ricerca durata due anni, e compiuta dai rotariani monregalesi, di affreschi del XV Secolo e sparsi in una quarantina di località del circondario di Mondovì, da cui fu pubblicato a spese del Club un volume che costituisce un contributo essenziale alla pochissima storia della pittura medioevale e rinascimentale della regione di Mondovì.

Al compimento del decennale, nell'anno rotariano 71/72, il Club curò la ristampa anastatica del volume Aesopus Moralisatus, rara pubblicazione stampata a Mondovì per i tipi di Domenico Vivalda nel 1476, di cui esistono soltanto due copie, una a Napoli ed una a Parigi.

Nell'anno 1974/75 con la presidenza di Umberto Messori fu avviata una tavola rotonda sul decentramento dell'Ateneo di Torino nelle Province Piemontesi Tale iniziativa diede l'avvio alla successiva istituzione (16 giugno 1998) della sede Monregalese del Politecnico di Torino, in una città che già dal 1560, fino al 1719, fu sede dell'antica Università Monregalese, più tardi trasferita a Torino.

Nell'anno 1981/82 si tenne il Seminario Internazionale di studi su - La guerra del sale: trecento anni dopo. Grazie all'impegno del Socio Prof. Giorgio Maria Lombardi e del Presidente Mauro Servetti, intervennero studiosi da tutta Europa ed il Club curò la pubblicazione degli atti del Convegno.

Dall'anno 83/84, per interessamento del Rotary, del Presidente Carlo Regis, dei Soci Lombardi e Servetti, furono messe le basi per l'istituzione a Mondovì di una sede dei corsi di musica antica dell'Istituto Musicale Stanislao Corsero di Pamparato, da cui nacque l'attuale Academia Montis Regalis Onlus, che ha sede nell'antico borgo di Piazza della città.

Per ricordare i 25 anni dalla fondazione del Club, nell'anno 85/86, ad opera del Presidente Piero Gasco, fu realizzata la stampa anastatica della Storia dei Comuni del comprensorio Monregalesi, tratta dal dizionario del Prof. Goffredo Casalis.

Nell'anno 1988/89, Presidente Pier Luigi Gasco, vide la luce la ristampa anastatica del volume "Storia di Mondovì" del Prof. Amedeo Michelotti.

Per ricordare gli Ottocento anni della Città di Mondovì, nel 1994, il presidente Ferruccio Giusta, il Past-President Pier Luigi Gasco ed alcuni soci, promossero la costituzione del Centro Studi del Monregalesi. Inoltre furono ristampati 27 disegni di località del territorio, realizzati dal disegnatore di Casa Savoia Clemente Rovere, raccolti in una preziosa cartella.

Dopo l'alluvione del 1994, sotto la presidenza di Filippo Gallo, furono devoluti aiuti per lire 127.260.000, somma messa a disposizione dal Distretto, dai Club del gruppo, e da elargizioni dei soci del Club di Mondovì.

Con la presidenza di Giovanni Gasco il Rotary si fece promotore del restauro della Sala delle Lauree nell'antica sede del Vescovado di Mondovì, poi inaugurato nella presidenza di Mauro Messori nel 1998.

Con Matteo Filippi, nel 1998/99, fu ristampato il prezioso volume del Baggioli, La ceramica vecchia Mondovì, che illustra l'opera delle tante fabbriche di maioliche che erano presenti sul nostro territorio.

La collezione di ceramiche dell'autore fu poi acquisita dal mecenate nostro Socio Fondatore Marco Levi, già titolare della Ceramica Besio di Mondovì, per donarla e collocarla nel costruendo Museo della Ceramica di Piazza, nel palazzo Fauzone, concesso dalla Provincia di Cuneo alla Città di Mondovì, museo per il quale è stata istituita una Fondazione onlus ai cui vertici è presente il presidente incoming Marco Pianetta.

Nel 2000/2001 la tempestiva azione Matching Grants intrapresa del Presidente Gianni Sardo porta alla completa realizzazione di una scuola in Kenya, ed al mantenimento per tutto un anno di 100 bambini.

Nell'anno 2001/2002 avviene la grande svolta al Club: nella riunione dello scambio degli auguri natalizi, con il Presidente Franco Somà, entrano a far parte del sodalizio tre gentili Socie. Per opera dello scultore monregalese Unia, Somà fece realizzare un busto bronzeo, che raffigura il compianto socio Marco Levi, e che verrà collocato nella hall del Museo della Ceramica.

Nel 2003 il Presidente Paolo Turbiglio collaborò al restauro di una singolare facciata del Palazzo del Tribunale di Mondovì Piazza, già Collegio dei Gesuiti, sulla quale figurano dodici antiche meridiane affrescate: per questa opera è stato pubblicato ad opera del Rotary un CD illustrativo.

Nel 2004 il Presidente Edoardo Tonelli, grazie ai proventi della faticosa organizzazione di una partita di calcio benefica, realizzò un'opera umanitaria presso la comunità di Meru in Kenya, ed avviò il progetto Nati per Leggere, istituito all'interno dell'Ospedale e presso gli ambulatori pediatrici di Mondovì.

Nell'Anno del Centenario della Fondazione del Rotary International, il 25 di gennaio 2005, il Presidente Alberto Maria Gandolfi, ha generosamente devoluto la somma di 15.000 Euro per l'arredo della nuova sede dell'Academia Montis Regalis a Mondovì Piazza. In questa Onlus, da cui nacque nel 1994 l'omonima Orchestra Barocca e Classica, ormai famosa in campo internazionale, prestano la loro gratuita opera, fin dalla sua fondazione, alcuni soci del nostro Club.

L'anno passato 2005-06 ha avuto la Presidenza di Marco Pianetta, fattivamente impegnato nella realizzazione del Museo della Ceramica, e organizzatore di varie mostre di oggetti realizzati nei secoli scorsi con la maiolica delle varie fabbriche che erano presenti a Mondovì e dintorni.

Ha inoltre provveduto a due iniziative presso le comunità di Kirumbu e Bukumbi in Africa, dove opera l'associazione Medici nel Mondo.

Ha realizzato il volume Disegni preparatori per le lastre incise del monregalese Prof. Francesco Franco.

Nell’anno 2006, per la prima volta dalla sua fondazione, il club ha una donna alla presidenza, il past tesoriere Franca Ghiazza, che si sta impegnando su tutti i fronti: ha organizzato a Mondovì il Seminario Distrettuale sulle Fellowships che ha richiamato più di 200 persone, il Congresso sugli Affreschi svelati insieme alla Presidente dell’Inner Wheel Club Cuneo Mondovì Saluzzo, Eddi Sardo, ha consegnato il contributo di 5.000 Euro al missionario Salesiano Padre Osvaldo Gorzegno per i ragazzi sfortunati della città di Nogales in Messico, ha contribuito alla realizzazione del parco giochi nel giardino di Mondovì Piazza e ha donato i monitor al reparto di Pediatria del nuovo Ospedale cittadino.

Nell’anno 2007-08 il presidente Enrico Beltrandi ha intrapreso un’azione Matching Grants con il Brasile, con la quale ha sovvenzionato le attività di don Renato Chiera; inoltre ha donato un montascale alla CRI e finanziato una adozione a distanza.

Nell’anno 2009-2010 Giovanni Comino ha promosso numerose iniziative, tra cui un service per la Casa do Menor di Don Renato Chiera in Brasile, che si occupa di recupero e alfabetizzazione dei minori di strada; ha contribuito al soggiorno monregalese dei bambini di Cernobyl, ha consegnato al presidente del banco Alimentare la somma di 12.000 € per un progetto di miglioramento dell’attività della onlus; ha promosso il concorso “Laboratorio in valigia” per la valorizzazione della ceramica monregalese; sul territorio ha sostenuto la Caritas cittadina e consegnato borse di studio alla Scuola Forestale di Ormea e al Politecnico di Mondovì.

Nell’anno 2010-2011 con Maurizio Davico Presidente è stato illustrato nelle scuole monregalesi il progetto "Acqua per Sempre". Per questo servizio il socio Teresio Sordo è stato insignito con la PHF. Inoltre è stata organizzata una partita di calcio benefica, con ricavato per un service all'Oratorio Salesiano di Nogales in Messico. Maurizio Davico ha pubblicato, con Giovanni Gasco incoming president, il volume “Mondovì, suggestioni d’altri tempi” del socio Giovanni Cera. Il ricavato della vendita del libro (poco meno di 10.000 €) è stato donato come service alla missione in Romania di suor Elisabetta Barolo (della Congregazione delle Suore Missionarie di Villanova Mondovì) a favore di iniziative per l’infanzia e per la casa del malato nella missione di Butea.

Nell’anno 2011-2012 (l’anno del cinquantenario del club) Giovanni Gasco ha pubblicato, con Maurizio Davico, il volume “Mondovì, suggestioni d’altri tempi”. Giovanni Gasco ha inoltre promosso la digitalizzazione delle diapositive relative agli “Antichi affreschi del Monregalese”, donando le immagini alla Biblioteca Civica. Ha contribuito a service con i club del gruppo Monviso (in favore di ADMO) e del Piemonte Sud-Ovest (in favore del banco alimentare).

Negli anni 2014-15 e 2015-16 il presidente Franca Ghiazza ha contribuito tramite l’associazione “Costruire Insieme” alla realizzazione di un’aula nella scuola elementare di un villaggio in Madagascar. Ha proseguito il progetto di adozione a distanza di un bambino africano. Ha sovvenzionato il restauro della pala dell’altare maggiore nel Duomo Cattedrale di Mondovì. Ha cofinanziato un progetto di simulazione d’impresa con l’associazione “Arte Libera” nel centro per disabili di Mondovì. Ha contribuito all’acquisto di un motore per imbarcazione alla parrocchia sull’isola Idiwi, in Congo.

Nell'anno 2016-17 il Presidente Giovanni Cera ha sviluppato prevalentemente azioni sul territorio per sensibilizzare la popolazione alle attività del Rotary. Per la prima volta il Club ha allestito uno stand alla locale Fiera di Primavera in Aprile del 2017. I rotariani hanno presidiato lo stand nel weekend, incontrando persone e riscontrando notevole interesse. Per la prima volta sono stati inviati 2 studenti liceali al RYPEN. A livello internazionale il Presidente ha lanciato un crowdfunding in favore della missione di Suor Eliabetta Barolo a Butea, in Romania. Sono stati raccolti circa 13.000 €, con i quali sono stati donati una lavatrice e una asciugatrice industriale per la casa di riposo. Il Club ha ottenuto il Certificate of Appreciation.

Develop your own web page with Mobirise